Chiamaci adesso! +39 346 972 8899

Email! info@dentalhomedottormarinucii.it

Igiene e profilassi della carie

Igiene e profilassi della carie

Il benessere fisico di tutto il corpo passa anche attraverso una bocca sana e curata. Bastano poche e semplici azioni quotidiane per prevenire molti problemi legati a denti e gengive che, se non curati, possono avere ripercussioni anche gravi sul benessere generale del nostro organismo.

La carie e le malattie delle gengive sono evitabili, basta seguire le seguenti misure profilattiche di base:

  1. Avere un’igiene orale regolare.

Lavare i denti almeno due volte al giorno, preferibilmente dopo i pasti principali. In questo modo si rimuovono i resti di cibo e, soprattutto, la placca.

  1. Usare i fluoruri.

I dentifrici, i gel e i risciacqui orali contenenti fluoruro sono indispensabili per prevenire la formazione della carie. I fluoruri favoriscono la rimineralizzazione dello smalto decalcificato e aumentano la resistenza dello smalto agli acidi.

  1. Curare l’alimentazione.

Preferire i cibi senza zucchero ed evitare di consumare dolciumi tra un pasto e l’altro.

  1. Controlli regolari

Sottoporsi regolarmente a controlli per riconoscere e poter curare per tempo eventuali problemi, consultare regolarmente un medico dentista o un igienista dentale.

  1. Fare un'igiene orale professionale ogni 6 mesi

 

La placca dentale

La placca è una patina biancastra, praticamente invisibile, che si attacca tenacemente alla superficie dei denti e delle protesi. E' composta principalmente da batteri, dai prodotti del loro metabolismo e dai resti di cibo che, insieme, formano un deposito di un certo spessore detto biofilm.

La placca è pericolosa per due motivi: – provoca la carie, dato che i batteri presenti nella placca trasformano in acidi gli zuccheri contenuti negli alimenti; – può provocare gengiviti e parodontiti, dato che i batteri della placca possono liberare sostanze dannose per i tessuti.

 

I segnali d’allarme

L’igiene orale quotidiana permette di controllare regolarmente lo stato delle mucose e individuare eventuali alterazioni. Le affezioni delle mucose sono spesso dovute a una cattiva igiene orale. Molte malattie possono manifestarsi anche nel cavo orale: riconoscendo tempestivamente eventuali alterazioni, è possibile evitare un peggioramento o addirittura prevenire la formazione di un tumore delle mucose.

Qualsiasi alterazione delle mucose orali va presa sul serio, ma per avere una diagnosi precisa occorre assolutamente consultare un medico dentista o un medico

Durante l’igiene orale il dentista presterà quindi attenzione ai seguenti punti:

  1. Sanguinamenti o gonfiori delle mucose o delle gengive.
  2. Punti di pressione biancastri e dolorosi sulle creste alveolari o nei vestiboli causati, ad esempio, dalla protesi.
  3. Colorazioni bianche, blu, nere e brune sulle mucose, sulle gengive o sulla pelle.
  4. Bocca secca con conseguente particolare predisposizione alla carie e alle malattie delle gengive.
  5. Lingua liscia, rossa e lucida (il che potrebbe indicare una carenza di vitamine).
  6. Depositi bianchi o rossi sulle mucose (il che potrebbe indicare la presenza di funghi).
  7. Escrescenze biancastre nella cavità orale (che potrebbero indicare una leucoplachia, ossia potenzialmente uno stadio precoce di un tumore).

 

L’insegnamento che ha come finalità educare i pazienti a migliorare le proprie condizioni d’igiene è accompagnato da trattamenti di:

Il gesto più significativo che ogni paziente dovrebbe compiere per mantenere sano il proprio sorriso è la prevenzione.Un sorriso sano e bello, capace di comunicare, emozionare e catturare l’attenzione, va curato fin dai primi anni di vita.

Scrivici per maggiori informazioni